Continuità e orientamento

CONTINUITA’ DIDATTICA

Scuola dell’Infanzia – Scuola Primaria – Scuola Secondaria di 1° grado

“L’itinerario scolastico dai tre ai quattordici anni, pur abbracciando tre tipologie di scuola caratterizzate ciascuna da una specifica identità educativa e professionale, è progressivo e continuo”. (Indicazioni Nazionali 2012).

Si pone come obiettivo quello di favorire la conoscenza fra bambini, ragazzi, insegnanti dal primo anno della Scuola dell’Infanzia all’ultimo anno della Scuola Secondaria di 1° grado.

 

ORIENTAMENTO DIDATTICO

L’Orientamento, una delle finalità generali del processo formativo della Scuola Secondaria di primo grado, è inteso nell’arco del triennio non solo come la consapevolezza del SAPERE e del SAPER FARE, ma anche come adeguata conoscenza di sé e della società in cui viviamo. E’ un processo formativo continuo, cui debbono concorrere unitariamente la famiglia, la scuola e gli enti locali, che si concretizza in attività diverse, i cui obiettivi finali, per gli studenti delle classi terze, si possono così riassumere:

  • facilitare il passaggio alle scuole superiori, grazie alla consapevolezza delle proprie attitudini e delle competenze finora acquisite e alla conoscenza della realtà delle scuole del territorio;
  • identificare le esigenze in campo lavorativo proprie della nostra zona
  • rendere gli alunni e i genitori consapevoli della necessità di una costante formazione (lifelong education) e auto-orientamento.

 

COME GARANTIAMO IL SUCCESSO FORMATIVO PER TUTTI

 

Si ritiene che strategie fondamentali per realizzare l’integrazione possano essere:

– elaborare una politica scolastica integrativa con il coinvolgimento di tutti gli Organi Collegiali – valorizzare cultura dell’accoglienza e continuità educativa;

– rendere funzionale un’unità operativa per l’integrazione; il “gruppo di lavoro” (GLH) della scuola (art. 15 L. 104/92);

– adattare i curricola per programmare itinerari comuni ai gruppi di classe, con traguardi differenziati;

– assicurare un continuo processo di problem solving, assicurando la flessibilità dei progetti e delle strutture;

– sollecitare la partecipazione di tutti coloro che sono coinvolti nella programmazione e nel processo educativo (vedi contratto formativo tra scuola e famiglia);

– creare climi di lavoro non competitivi e gruppi di apprendimento basati sulla collaborazione, sviluppando i rapporti di aiuto;

– costituire reti di sostegno per la consultazione, la programmazione ed il lavoro in team: una rete integrata e complessa di risorse, che agisca a titolo professionale , a titolo di volontariato , che sviluppi attività di apprendimento cooperativo , che utilizzi in modo coordinato ausili, servizi, attrezzature , competenze, metodologie e stili.


 

ANNO SCOLASTICO 2018 / 19

PROGETTO ORIENTAMENTO:  insegnanti della Scuola Superiore di 2° grado nelle classi terze.

 

 


 


 

 

I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network. Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Chiudi